Separazione e divorzio

Servizio sviluppo economico e statistica Ufficio affari demografici

Aggiornato a Mercoledì, 20 Novembre 2019

Procedimento per concludere un accordo di separazione, divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio, davanti all'ufficiale di stato civile.
Il procedimento prevede una fase istruttoria, con l'acquisizione della documentazione, la successiva redazione dell’accordo e la conferma dello stesso.
Gli effetti dell’accordo si producono dalla data di sottoscrizione dello stesso.

Dove rivolgersi

Ufficio Stato civile - Secondo piano

Piazzetta Sichardt 10

email: statocivile@comune.rovereto.tn.it
pec: statocivile@pec.comune.rovereto.tn.it
fax 0464 452 295

Orario di apertura al pubblico:

lunedì:   08.30 – 12.00

martedì: 08.30 – 12.00

mercoledì: 08.30 – 18.00 orario continuato (mercoledì del cittadino)

giovedì:  08.30 – 12.00

venerdì:  08.30 – 12.30

Per informazioni telefonare
0464 452 123 – 293 – 438
Quanto costa

Al momento della sottoscrizione dell'atto contenente la conclusione dell'accordo si dovrà pagare la somma di € 16,00 (diritto fisso - art. 12 c.6 – L..162/2014).

Tempi di attesa

30 gg dalla data del primo accordo

Come fare / Cosa fare

Dall'11/12/2014 (ai sensi dell'art.12 L.162/2014) i coniugi possono rivolgersi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune sito in Piazzetta Sichardt 10 (Secondo Piano) per concludere un accordo di separazione o di divorzio.

Requisiti
• non essere genitori di figli minori
• non essere genitori di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap gravi
• non essere genitori di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti
• di non concordare patti di trasferimento patrimoniale
• per la richiesta di divorzio, restano invariati i presupposti: 6 mesi ininterrotti di separazione personale dei coniugi
• uno dei due coniugi deve essere residente nel comune di Rovereto oppure coniugi non residenti ma sposati a Rovereto (cioè l'atto di matrimonio è iscritto presso il Comune di Rovereto).

ATTENZIONE:

Se non si è in possesso di uno di questi requisiti, è necessario fare richiesta di separazione/divorzio presso una delle seguenti autorità:
• TRIBUNALE
• AVVOCATI

E' possibile presentarsi direttamente all'ufficio dello stato civile o prenotare l’appuntamento previa trasmissione da parte di ciascun coniuge del modulo di inizio procedimento (vedi allegato) debitamente compilata all'indirizzo e-mail: statocivile@comune.rovereto.tn.it unitamente ad un documento di identità valido.

Tempi

L'Ufficio di Stato Civile effettua una verifica dei requisiti e successivamente convoca entrambi i coniugi fissando un appuntamento. In tale sede verrà redatto e sottoscritto l'accordo tra le parti del primo atto di separazione o divorzio. Dopo 30 giorni verra' fissato un nuovo appuntamento per confermare definitivamente o meno l'accordo. La conferma dell'accordo farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione. Se le parti non si presentano al secondo appuntamento il primo atto di accordo non avrà alcun valore. A seguito dell'entrata in vigore della Legge 55/2015 in vigore dal 26 maggio 2015 la richiesta di divorzio puo' essere proposta dopo sei mesi initerrotti di separazione nel procedimento consensuale e dodici mesi nella separazione giudiziale.

Note

Separazioni e divorzi davanti all’avvocato (art. 6 L.162/2014)

E' possibile per i coniugi che intendono separarsi o divorziare consensualmente concludere tra di loro un accordo di fronte agli avvocati. Condizione essenziale affinché i coniugi possano scegliere la convenzione di negoziazione assistita è che marito e moglie siano d'accordo e quindi addivengano ad una soluzione consensuale. La procedura prevede che l’accordo debba essere munito di nulla osta rilasciato dalla Procura della Repubblica in assenza di figli minori, figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave o maggiorenni economicamente non autosufficienti o di un’autorizzazione rilasciata dalla Procura della Repubblica (previa valutazione dell’interesse dei figli) in presenzadi figli minori, maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave o maggiorenni economicamente non autosufficienti. Entrambi gli avvocati, una volta ottenuto il nulla osta o l’autorizzazione, dovranno trasmettere l’accordo entro 10 giorni (che decorreranno dalla data di consegna/comunicazione del nulla osta/autorizzazione a cura della Procura della Repubblica) al comune di celebrazione del matrimonio o di trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero) Potrà essere inoltrato anche un unico accordo munito del nulla osta o autorizzazione da parte del P.M, a condizione che la nota di trasmissione sia sottoscritta da entrambi gli avvocati o che nella convenzione di negoziazione assistita sia esplicitato che un avvocato dia mandato all'altro avvocato affinché curi la trasmissione all'ufficiale di stato civile.

Riferimenti normativi
  1. Legge 1 dicembre 1970, n. 898 "Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio";
  2. Legge n. 55 del 6 maggio 2015 "Disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi";
  3. Legge n. 162 del 10 novembre 2014 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile";
  4. D.M. del 27 febbraio 2001, in G.U. n. 66 del 20 marzo 2001 "Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all'entrata in funzione degli archivi informatici"
  5. D.P.R. n. 396 del 3 novembre 2000 "Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127" e circolari integrative.
Posizione GPS
Procedimento amministrativo
Numero procedimento
10.14

Informazioni correlate:

Aiutaci a migliorare il sito web