Imposta Comunale sugli Immobili (I.C.I.) - in vigore fino al 31.12.2011

Aggiornato a Lunedì, 23 Settembre 2019

Chi era tenuto al pagamento: il proprietario degli immobili, ovvero il titolare dei diritti reali quali usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, nonché il locatario finanziario (leasing) e il concessionario di aree demaniali.

Rimborsi: chi ha versato per errore più del dovuto può chiedere al Comune il rimborso, entro il termine di 5anni dal giorno del pagamento;

  • i moduli per la richiesta di rimborso sono disponibili presso l'Ufficio Risorse e tributi, o si possono scaricare dal sito Internet;
  • non sono accolte richieste di rimborso qualora l'imposta a credito sia inferiore o uguale a € 12,00;
  • sulle somme rimborsate spettano gli interessi a decorrere dalla data di versamento, secondo il vigente tasso legale (pari all'1 % annuo fino al 31.12.2010, all'1,5 % per l'anno 2011, al 2,5 % dal 01.01.2012), con maturazione giorno per giorno;
  • è comunque riconosciuto il diritto al rimborso anche oltre i cinque anni e fino ai dieci anni, nel caso in cui l'imposta sia stata erroneamente versata a questo Comune per immobili ubicati in Comune diverso; in questi casi il cittadino può chiedere che l'imposta venga trasferita direttamente al Comune competente.

Sanzioni: nell'esercizio del controllo sull'evasione del tributo il Comune procede, entro il termine prescrizionale previsto dalla legge, all'emissione di avvisi di accertamento per le seguenti irregolarità:

  • versamento omesso, insufficiente o tardivo con sanzione pari al 30% dell'importo non versato o tardivamente versato;
  • omessa presentazione della dichiarazione, con sanzione amministrativa dal 100% al 200 % del tributo dovuto, con un minimo di € 51,00;
  • infedele dichiarazione, con sanzione amministrativa dal 50% al 100% della maggiore imposta dovuta;
  • tali sanzioni, esclusa quella per omesso versamento, vengono ridotte a 1/3 del valore se, entro il termine per ricorrere alle Commissioni Tributarie avverso un atto di contestazione o di accertamento, vi è adesione del contribuente con pagamento dell'imposta e delle sanzioni (entro 60 giorni dalla data di ricevimento dell'avviso);
  • per consentire la regolare attività di controllo sull'I.C.I., la legge permette al Comune di invitare il contribuente, indicandone i motivi, a esibire o trasmettere atti, documenti o questionari compilati e firmati; per la mancata esibizione di documenti o restituzione di questionari si applica una sanzione amministrativa da € 51,00 a € 258,00;
  • sulle somme dovute per imposta, in caso di accertamento per violazioni commesse, si applicano gli interessi secondo il tasso legale vigente nelle varie annualità d'imposta (pari all'1 % annuo fino al 31.12.2010, all'1,5 % per l'anno 2011, al 2,5 % dal 01.01.2012), con maturazione giorno per giorno.
Dove rivolgersi

Ufficio Tributi
Piazza Podestà n. 13 - I° piano
T. 0464/452308
F. 0464/452371
e-mail tributi@comune.rovereto.tn.it

orario di apertura al pubblico: lunedì, martedì, giovedì ore 8,30 - 12.00; mercoledì 8,30 - 18,00; venerdì 8,30 - 12,30.

Riferimenti normativi

_________________________________________________________________________

Zonizzazioni ai fini ICI del PRG

Le mappe delle zonizzazioni ai fini ICI del PRG sono in formato PDF:

____________________________________________________________________

Aree edificabili 2011
Individuazione dei valori di riferimento per l'attività di accertamento per l'anno 2011

Aree edificabili 2010
Individuazione dei valori di riferimento per l'attività di accertamento per l'anno 2010

Aree edificabili 2009
Individuazione dei valori di riferimento per l'attività di accertamento per l'anno 2009

Aree edificabili 2008
Individuazione dei valori di riferimento per l'attività di accertamento per l'anno 2008

Aiutaci a migliorare il sito web