Alberghi

Servizio Tecnico e del Territorio Ufficio amministrativo e attività produttive

Aggiornato a Mercoledì, 17 Giugno 2015

Gli esercizi alberghieri sono esercizi ricettivi a gestione unitaria dotati di almeno sette unità abitative (camere, suite o appartamenti) e organizzati per prestare al pubblico, verso corrispettivo di un prezzo, servizio di alloggio nelle unità abitative e servizio di prima colazione, nonché eventuali servizi di somministrazione di alimenti e bevande e altri servizi accessori.

Con il termine "struttura alberghiera" si intendono quattro tipologie di esercizi:

  • alberghi;
  • alberghi garnì;
  • residenze turistico alberghiere;
  • villaggi alberghieri.
Chi può richiedere

Chiunque intenda avviare, subentrare, modificare o cessare un'attività alberghiera (alberghi, alberghi garnì, residenze turistico alberghiere, villaggi alberghieri).

Dove rivolgersi

Ufficio attività produttive - via Cartiera, 13
fax 0464 452181
e-mail commercio@comune.rovereto.tn.it

PEC: commercio@pec.comune.rovereto.tn.it

Orario apertura al pubblico

Lun, Mar, Gio: 8.30 - 12.00
Mer: 8.30 - 12.00;  14.30 - 18.00
Ven: 8.30 - 12.30

Per informazioni telefonare
0464 452142
Quanto costa

La presentazione della segnalazione certificata di inizio attivià (SCIA) non comporta alcun costo.

Tempi di attesa

60 giorni dal ricevimento della SCIA (trattasi del tempo da utilizzare da parte degli Uffici comunali per il controllo delle autocertificazioni previste nella SCIA)

Come fare / Cosa fare

Tutte le operazioni riguardanti un esercizio alberghiero (avvio attività, variazioni, subingresso, cessazione attività) vengono effettuate mediante la presentazione di una  segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Comune.

La presentazione della segnalazione certificata di inizio attivià (SCIA) ha efficacia immediata all'atto della presentazione della modulistica completamente compilata.

Note

Per i requisiti morali necessari all'esercizio di un'attività alberghiera si applica il Regio Decreto n. 773 del 18 giugno 1931 (artt. 11 e 92).

Non sono previsti requisiti professionali nel caso di somministrazione di alimenti e bevande limitata alle persone alloggiate.

Nel caso di somministrazione di alimenti e bevande aperta al pubblico, il titolare della ditta individuale o il legale rappresentante della società deve essere in possesso dei requisiti morali e professionali necessari all'esercizio dell'attività commerciale si applica l'articolo 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno).

Se il titolare della ditta individuale o il legale rappresentante della società non risulta essere in possesso dei requisiti professionali può essere nominato un preposto in possesso di tali requisiti. Si segnala comunque che i requisiti morali devono comunque essere posseduti sia dal titolare che dall'eventuale preposto.

Informazioni sulla modulistica

LA PRESENTAZIONE DELLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) DOVRA' AVVENIRE ATTRAVERSO LO SPORTELLO TELEMATICO: www.impresainungiorno.gov.it/sportelli-suap

Procedimento amministrativo
Numero procedimento
12.1.3.171

Informazioni correlate:

Aiutaci a migliorare il sito web