Commercio al dettaglio su area pubblica in forma itinerante - (ex Tipo B)

Servizio Tecnico e del Territorio Ufficio amministrativo e attività produttive

Aggiornato a Lunedì, 28 Ottobre 2019

Lo svolgimento dell’attività in forma itinerante avviene mediante sosta breve, di norma con l'uso di mezzi motorizzati e in ogni caso senza l'apprestamento e l'esposizione di uno o più banchi o di altro simile contenitore di merci, appoggiati al suolo.

Chi può richiedere

Chiunque intenda esercitare il commercio su area pubblica senza l'utilizzo di un posto fisso.

I soggetti che intendono intrapprendere l'esercizio dell'attività di vendita al dettaglio devono essere in possesso dei requisiti morali, ed inoltre coloro che intendono esercitare la vendita di prodotti del settore alimentare o misto devono inoltre possedere i requisiti professionali in applicazione del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno).

Anche le ditte individuali possono nominare un preposto. Si segnala comunque che i requisiti morali devono comunque essere posseduti sia dal titolare che dall'eventuale preposto.

Dove rivolgersi

Ufficio Amministrativo e Attività Produttive - via Cartiera, 13
fax 0464 452181
e-mail commercio@comune.rovereto.tn.it

PEC: commercio@pec.comune.rovereto.tn.it

Orario apertura al pubblico

Lun, Mar, Gio: 8.30 - 12.00
Mer: 8.30 - 12.00;  14.30 - 18.00
Ven: 8.30 - 12.30

Per informazioni telefonare
0464-452 142
Quanto costa

Nei casi di subingresso e di cessazione dell'attività, sia a titolo provvisorio (affitto) sia a titolo definitivo (acquisto) è necessaria la presentazione di una s.c.i.a. che non comporta alcun costo di presentazione all'Amministrazione comunale attraverso lo sportello telematico SUAP.

Tempi di attesa

La presentazione della segnalazione (s.c.i.a.) certificata di inizio attività di subingresso ha effetti immediati.

Come fare / Cosa fare

L’esercizio del commercio itinerante è vietato nelle seguenti aree:

a)  nel centro storico del centro cittadino al fine di garantire la sicurezza della circolazione pedonale e la tutela del patrimonio archeologico, storico, artistico, paesaggistico ed ambientale;

b)  in via Paoli, via Baratieri e via Benacense in considerazione della notevole densità di traffico che rende pericolosa la sosta degli autoveicoli e l’incolumità di eventuali clienti;

c)  dove è vietata la sosta ai sensi del codice della strada ed ovunque la fermata di un veicolo costituisca pericolo o intralcio alla circolazione e non vi sia spazio sicuro per la sosta degli acquirenti;

d)  davanti agli ingressi di ospedali, case di cura, luoghi di culto o dedicati alla memoria dei defunti, o in prossimità di essi, per motivi di sicurezza stradale e di tutela ambientale e monumentale;

e)  in luoghi non opportunamente pavimentati e soggetti a sollevamento di polvere, nonché in prossimità di scavi o cantieri o di fonti di inquinamento, per motivi igienico sanitari e di sicurezza;

f)  all’interno di parchi pubblici, aperti o recintati, compresi i viali e le strade di attraversamento, per motivi di tutela paesaggistico – ambientale;

g)  a distanza inferiore a cento metri dai parchi di divertimento a cinquanta metri da strutture installate per manifestazioni sportive, ricreative, religiose, culturali, popolari e patronali e a trecento metri da fiere e mercati, per motivi di sicurezza e di polizia stradale;

h)  negli stalli di sosta riservati alle autovetture;

i) nei luoghi indicati alle lettere a) f) e g) il commercio ambulante è esercitato previo il rilascio del permesso temporaneo.

Riferimenti normativi
  • Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 114 "Riforma della disciplina del settore relativo al commercio";
  • Regolamento comunale per il commercio su area pubblica approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 53 di data 19 novembre 2008.
Numero procedimento
12.1.42.210

Aiutaci a migliorare il sito web