Parafarmacie

Servizio tecnico e del territorio Ufficio amministrativo e attività produttive

Aggiornato a Lunedì, 18 Novembre 2013

La vendita di farmaci non assoggettati a ricetta medica  è consentita sia attivando un esercizio di vendita al dettaglio a se stante (vicinato, medie e grandi strutture di vendita), sia quale gestione di reparto separato all'interno di un esercizio già esistente (es. in un supermercato).

Per "apposito reparto" si deve intendere uno spazio dedicato esclusivamente alla vendita e conservazione dei medicinali e può assumere forme diverse in base al tipo di esercizio commerciale in cui ha luogo la vendita.

L'apertura o la cessazione di un esercizio per la vendita di farmaci da banco non soggetti a prescrizione medica è subordinata alla presentazione di apposito modulo (approvato  con Delibera della Giunta Provinciale 2115/2010) come segue:

  • comunicazione di inizio attività al Ministero della Salute,
  • comunicazione di inizio attività all'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco),
  • comunicazione di inizio attività alla Provincia, 
  • comunicazione di inizio attività all'Azienda provinciale Servizi Sanitari
  • comunicazione di inizio attività al Comune ove ha sede l'esercizio.
  • la comunicazione deve essere inviata per conoscenza all'Ordine dei Farmacisti della Provincia Autonoma  di Trento.

Qualsiasi modificazione  soggettiva o riguardante la struttura in cui si svolge la vendita, compresa la cessazione dell'attività, deve essere comunicata agli Enti notiziati per l'inizio dell'attività.

Chi può richiedere

Chiunque intenda aprire una parafarmacia purchè sia presente uno o più farmacisti abilitati all'esercizio della professione ed iscritti al relativo Ordine.

Dove rivolgersi

Ufficio attività produttive - via Cartiera, 13
fax 0464 452181
e-mail commercio@comune.rovereto.tn.it

PEC: commercio@pec.comune.rovereto.tn.it

Orario apertura al pubblico

Lun, Mar, Gio: 8.30 - 12.00
  Mer: 8.30 - 12.00;  14.30 - 18.00
Ven: 8.30 - 12.30

Per informazioni telefonare
0464-0452142
Quanto costa

La presentazione della comunicazione (s.c.i.a.) non comporta alcun costo per la presentazione al Comune.

Tempi di attesa

La presentazione della s.c.i.a. ha efficacia immediata all'atto della presentazione della modulistica completamente compilata, purchè l'interessato abbia già provveduto alla presentazione delle comunicazioni obbligatorie sopra riportate.

Note

Per la segnalazione della presenza di una parafarmacia è vietato l'utilizzo della croce di colore verde che è riservata esclusivamente all'attività di farmacia, quindi è possibile la segnalazione esterna (insegna) con modalità appropriate ma comunque diverse da quelle previste per le farmacie.

La vendita di farmaci non soggetti a prescrizione medica deve essere effettuata in un unico apposito reparto alla presenza e con l'assistenza personale e diretta di uno o più farmacisti abilitati all'esercizio della professione e iscritto al relativo ordine. Il farmacista è obbligato ad indossare il camice bianco ed il distintivo professionale ed è tenuto ad un'assistenza "attiva" al cliente con informazioni e consigli di carattere sanitario, ove richiesti.

Presso gli esercizi commerciali non è consentita la vendita di preparazioni medicinali non industriali o di formule officinali, nè l'allestimento di preparazioni galeniche, ovvero di medicinali preparati dal farmacista.

Riferimenti normativi

Decreto Legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito dalla Legge 4 agosto 2006 n. 246;
Decreto Leg.vo 24 aprile 2009 n. 219;
Decreto Leg.vo 3 ottobre 2009 n. 153;
Circolare del Ministero della salute del 3 ottobre 2006  n. 3;
Delibera della Giunta provinciale 10 settembre 2010 n. 2115.

Aiutaci a migliorare il sito web