Esercizi di vicinato

Servizio Tecnico e del Territorio Ufficio amministrativo e attività produttive

Aggiornato a Lunedì, 28 Ottobre 2019

Per esercizi di vicinato si intendono gli esercizi di vendita al dettaglio aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. L'attività commerciale può essere esercitata con riferimento ai seguenti settori merceologici: alimentare, non alimentare o misto (che comprende entrambi i settori alimentare e non alimentare).

I soggetti che intendono intrapprendere l'esercizio dell'attività di vendita al dettaglio devono essere in possesso dei requisiti morali e, inoltre, coloro che intendono esercitare la vendita di prodotti del settore alimentare o misto devono inoltre possedere i requisiti professionali in applicazione del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno).

Anche le ditte individuali possono nominare un preposto. Si segnala comunque che i requisiti morali devono comunque essere posseduti sia dal titolare che dall'eventuale preposto.

L'inizio attività di vendita al dettaglio, la modifica o la cessazione di un'attività esistente sono assoggettati alla presentazione di una segnalazione certificata di inizio attività denominata SCIA al Comune competente per territorio.

La presentazione della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ha effetti immediati.

All'interno delgi esercizi di vicinato che pongono in vendita prodotti alimentari, è consentito il consumo immediato dei prodotti di gastronomia posti in vendita a condizione che:

a) siano utilizzati i locali e gli arredi dell'azienda commerciale, costituiti esclusivamente da piani d'appoggio oppure sedute e piani d'appoggio dissociati tra loro;

b) sia riservata a tale attività una superficie non superiore al 10% della superficie utile di vendita dell'esercizio;

c) sia escluso il servizio assistito di somministrazione, con possibilità di fornire esclusivamente stoviglie e posate a perdere;

d) siano rispettate le norme igienico sanitarie.

Chi può richiedere

Chiunque intenda aprire un punto vendita al dettaglio in sede fissa.

Dove rivolgersi

Ufficio attività produttive - via Cartiera, 13
fax 0464 452181
e-mail commercio@comune.rovereto.tn.it

PEC: commercio@pec.comune.rovereto.tn.it

Orario apertura al pubblico

Lun, Mar, Gio: 8.30 - 12.00
Mer: 8.30 - 12.00;  14.30 - 18.00
Ven: 8.30 - 12.30

Per informazioni telefonare
+39 0464 452142
Quanto costa

La segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) non ha costi di presentazione all'Amministrazione comunale.

Tempi di attesa

60 giorni dal ricevimento della SCIA (trattasi del tempo da utilizzare da parte degli Uffici comunali per il controllo delle autocertificazioni previste nella SCIA)

Come fare / Cosa fare

Occorre verificare il rispetto dei requisiti igienico-sanitari previsti dalla normativa di settore (Ufficio Igiende - Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari - piazza A. Leoni n. 11/A).

Prima di intrapprendere l'apertura di un esercizio commerciale occorre verificare la compatibilità urbanistica: valutare, quindi, che i locali in cui si intende avviare un attività di vicinato siano conformi allo strumento urbanistico comunale (P.R.G.).

Note

N.B.: la presentazione della segnalazione certificata di inizio attività dovrà avvenire attraverso lo sportello telematico: www.impresainungiorno.gov.it/sportelli-suap

Posizione GPS
Procedimento amministrativo
Numero procedimento
12.1.19.187

Aiutaci a migliorare il sito web