Mietta Sighele (Concorso Lirico Zandonai): "Il vostro teatro un gioiello"

Aggiornato a Mercoledì, 05 Giugno 2019
Comunicato stampa di Mercoledì, 05 Giugno 2019

Immagine decorativa

Lituania, Cina, Corea, Italia, Turchia, Grecia, Stati Uniti. Bastano questi paesi a dire l'internazionalità del Concorso Zandonai che il primo giugno è tornato nella cornice del teatro di Rovereto per la serata della finale della XXVI edizione.
La città che ha dato i natali del compositore, sede di un teatro che gli fu addirittura dedicato in vita, ha visto tornare un concorso molto amato e prestigioso, al quale tutti i talenti ambiscono a partecipare: erano 28 le nazioni rappresentate in questa edizione 2019, svoltasi a cavallo tra Riva del Garda (dove sono stati decretati i vincitori) e Rovereto (dove è stata effettuata la selezione finale).
La formula scelta per questa rentrèe era inedita: fare del pubblico il co-protagonista del concorso.

“Trovo che sia stata una bella idea” commenta Mietta Sighele che ha creato nel 1995 questo concorso e lo ha portato a livelli di eccellenza. “Sono molto soddisfatta anzitutto per la qualità dei cantanti, persino imbarazzante, tanto che abbiamo dovuto assegnare molti ex-aequo. E’ un concorso di grande difficoltà, e i cantanti ne sono consapevoli. Ma io sono soprattutto contenta che la finale sia tornata in quel gioiello che è il teatro Zandonai, contenitore perfetto per la sua acustica stupenda che nobilita il suono” aggiunge Mietta Sighele che definisce i roveretani molto fortunati.

“Avete un teatro straordinario, perciò sono contenta che i giovani cantanti lo abbiano potuto apprezzare, come merita il nome di Zandonai” conclude Mietta Sighele che mette in luce anche come in Giappone, in Cina e in Corea addirittura si stampino volumi e volumi di liriche da camera di Riccardo Zandonai. Soddisfatto anche il Comune di Rovereto che conferma - con questo ritorno - anche il suo impegno a proporre eventi di eccellenza e valorizzare lo straordinario teatro settecentesco come luogo culturale di prestigio.

Ufficio Stampa
5.6.2019

nella foto: Mietta Sighele con il Simdaco Fracesco Valduga

Aiutaci a migliorare il sito web