Rovereto Comune - agosto 2018

Aggiornato a Martedì, 18 Giugno 2019

Notiziario agosto 2018

Editoriale: "Il Valore del Rispetto"

di Francesco Valduga

Questo numero speciale risponde ad un desiderio: mettere nelle condizioni tutti i roveretani, e quindi dei 17.000 nuclei familiari a cui arriva questo giornale, di conoscere l’impianto di norme che – con non poca pazienza – un gruppo di lavoro ha elaborato in risposta ad una decisione di Giunta esplicitata sin da inizio mandato: aggiornare i regolamenti esistenti (spesso non più rispondenti a necessità mutate nel tempo) per costruire le basi di un nuovo patto con i cittadini, in cui ciascuno (e quindi tanto la pubblica amministrazione come i censiti) mette il proprio impegno a costruire una comunità che persegue la pacifica convivenza.

Se dovessi oggi riassumere il lavoro che è stato portato avanti, direi che esso risponde in tutto e per tutto a quei valori che abbiamo via via indicato in questo notiziario: c’è il valore del metodo perché si sono predisposte norme facendo in modo che tutti potessero partecipare alla loro stesura con un’apposita fase partecipativa.

C’è il valore del dono perché il regolamento dei beni comuni norma anche quelle situazioni in cui un cittadino adotta un pezzo di città e si dona come “gestore”.

C’è il valore della pazienza: perché vivere pacificamente significa riconoscere ambiti diversi di libertà, accettarli, considerarli parti di un gioco sociale in cui ognuno ha campo libero, anche se da prospettive diverse.

C’è quella nobile spinta a dare valore alla città: lo si può fare tutti insieme con pratiche condivise, che hanno l’effetto di produrre il tratto per cui una città si distingue. E c’è il valore dell’esempio: perché ognuno può essere di esempio all’altro. Anzi vorrei qui ricordare un pensiero del teosofo austriaco Rudolph Steiner, che ho proposto alla città in occasione del rito dell’Ausiliatrice, in cui si rinnova l’impegno della città ad essere unita e a far fronte con fede/fiducia al proprio domani. Steiner disse: “Una vita sociale sana si trova soltanto quando nello specchio di ogni anima la comunità intera trova il suo riflesso e quando nella comunità intera le virtù di ognuno vivono”.

A questo pensiamo quando ricordiamo pubblicamente e reciprocamente che siamo anche “Città della Pace”. Ma vogliamo soprattutto essere una città dove le relazioni tra cittadini sono amichevoli e dove lo stesso valore dell’amicizia è quello che aiuta a facilitare le relazioni, stemperando e smussando gli inevitabili intoppi della vita. Per fare tutto questo occorre anzitutto rispetto: per se stessi, gli altri, l’ambiente in cui si vive. Ed è al rispetto che i due regolamenti qui presentati nella bozza definitiva, mirano.

Il Consiglio li vaglierà e voterà in autunno, ma è importante che ogni roveretano li conosca per poter portare ulteriori proposte attraverso i propri rappresentanti eletti.

Francesco Valduga
Sindaco di Rovereto

Aiutaci a migliorare il sito web