Follone: il punto sui lavori e le demolizioni

Aggiornato a Mercoledì, 08 Gennaio 2020
Comunicato stampa di Mercoledì, 08 Gennaio 2020

Immagine decorativa

L’Ufficio Tecnico informa che nella seconda decade di gennaio avrà inizio la demolizione dell’edificio ubicato in prossimità di via Saibanti che fino a qualche settimana fa ha ospitato il Circolo Pensionati e anziani Sportivi Rovereto e la storica carrozzeria Roveretana di Calzà Catullo. Questo ulteriore intervento demolitorio comporterà un ampliamento degli stalli superficiali per la sosta per circa 40 unità.

A marzo troverà poi avvio il lavoro di demolizione dell’ala posta ad ovest dell'edificio centrale del Follone che attualmente ospita la falegnameria Maraner.

Va detto che il Follone si presenta ai prossimi step più ‘strutturato’ e ‘sicuro’ anche grazie agli interventi attuali nel corso dell’anno 2019 con Novareti Spa che, oltre a individuare nuove strategie di raccolta delle acque meteoriche, hanno potuto eliminare dall'attuale parcheggio sottoservizi in vista della futura riqualificazione. A tal fine le reti fognarie ed acquedottistiche sono state spostate verso nord per consentire una realizzazione più agevole del parcheggio interrato già programmato. In questo contesto vanno anche lette le demolizione sin qui avvenute di una parte dell'edificio centrale del Follone, a cui è seguita la demolizione dell'edificio ubicato in prossimità di via Canestrini (nella foto), consentendo di mettere a disposizione della città complessivamente circa 50 nuovi stalli per parcheggio auto.

Nel frattempo proseguono i lavori volti alla realizzazione del parco ludico sportivo in prossimità del convento dei frati cappuccini di Borgo S.Caterina (si presume possano terminare con l'inizio della stagione primaverile).

In questo primo scorso di 2020 verrà inoltre effettuata una campagna di indagini geognostiche sul sottosuolo dell'intero areale del Follone, per valutare attentamente tutti gli aspetti geologici e geofisici utili alle fasi di progettazione del parcheggio interrato.

Ufficio Stampa

8.1.2020

Aiutaci a migliorare il sito web