Km 354 - Da accoglienza temporanea a “housing sociale”

Immagine decorativa

La struttura offre dal mese di ottobre 2013, un servizio innovativo di housing sociale.

L'Amministrazione comunale ha sostenuto fin dall'inizio questo progetto proposto dalla Fondazione Comunità Solidale e dalla Caritas Decanale della Vallagarina in quanto permette l'utilizzo continuativo dell'ex Casa Cantoniera, ristrutturata grazie a una significativa mobilitazione della comunità, e, nel contempo, consente di sperimentare una nuova forma di accoglienza per le persone senza dimora che ne valorizza il loro diretto protagonismo.

La filosofia che sottende a questo progetto trae spunto dall'housing first, ideato dall'organizzazione no-profit Pathways to Housing e adottata, con risultati positivi, in America e in alcuni paesi europei. Si tratta di un nuovo modello di intervento nei confronti delle persone senza dimora, che come prima azione prevede l'accesso ad una dimora stabile investendo nel coinvolgimento e nella responsabilizzazione di queste persone in ogni fase del progetto abitativo. Una prospettiva che supera l'accoglienza temporanea dei dormitori, ove l'offerta di una casa non sia più considerata come l'ultima fase di un lungo percorso di reinserimento sociale bensì la base sicura da cui partire. I progetti pilota in Italia e in Europa stanno mostrando risultati positivi: le persone che lo sperimentano dimostrano una maggiore capacità di attivazione e di gestione delle proprie autonomie.

Le persone che abitano presso la “Casa Km 354” sono responsabili della gestione degli spazi e delle attività che verranno attivate per favorire opportunità di lavoro, di socializzazione e di accompagnamento, supportate in alcuni momenti da educatori e volontari.

L'accoglienza invernale sarà invece garantita presso la Casa di Accoglienza “Il portico” avvalendosi dei posti resi disponili dall'avvio del progetto di housing sociale “Casa Km 354”.

Aiutaci a migliorare il sito web