Conosci Rovereto: i musei e le istituzioni culturali

Immagine decorativa

Rovereto è da sempre città di cultura: associazioni culturali e artistiche attive fin da molti secoli fa, storici musei, avanguardie artistiche, hanno condotto all'attuale fioritura di correnti culturali e artistiche che rendono la città viva e in continuo fermento.

In questa pagina vi raccontiamo palazzi e istituzioni.

Intanto ecco una fotografia della nostra città in cifre riferita ai suoi 40.000 abitanti  > clicca qui

Palazzo Pretorio

La sede del Comune

Immagine decorativa

Teatro Comunale "Riccardo Zandonai"

Immagine decorativa

Fu il primo teatro del Trentino, frutto dell'atmosfera culturale aristocratico-borghese della Rovereto del secolo XVIII

Museo della Guerra

Immagine decorativa

Ospita una mostra permanente di testimonianze e reperti storici della Grande Guerra.

Biblioteca Civica "Girolamo Tartarotti"

Immagine decorativa

E' intitolata al pre-illuminista, erudito e poligrafo roveretano (1706 – 1761)

Civica Scuola Musicale "R. Zandonai"

Immagine decorativa

Svolge didattica musicale e collabora con le istituzioni culturali cittadine

Museo Civico di Rovereto

Immagine decorativa

150 anni di attività di ricerca: dalle raccolte botaniche a storia, folclore,numismatica, scienza e natura fino all'Egitto e ai film di archeologia

Mart - Museo di arte contemporanea di Trento e Rovereto

Immagine decorativa

L'attuale sede del Mart è stata inaugurata nel 2002

Casa d'Arte Futurista Depero

Immagine decorativa

Primo e unico museo futurista d'Italia.

Sacrario Militare di Castel Dante

Immagine decorativa

Custodisce le spoglie di oltre 20.000 combattenti della Prima Guerra Mondiale, di nazionalità italiana, austriaca, ceca, slovacca e ungherese. 

Campana dei Caduti

Immagine decorativa

È la più grande campana di bronzo che suona a distesa.

Palazzo Betta Grillo

Immagine decorativa

Il Palazzo è di proprietà comunale dal settembre 2017

Palazzo Alberti Poja

Immagine decorativa

Oggi il palazzo ospita anche lo Spazio Melotti fortemente voluto dal Comune ed inaugurato ad inizio 2018

Casa natale di Antonio Rosmini

Il palazzo ove nacque il filosofo ospita arredi originali e una imponente biblioteca storica

Immagine decorativa

Palazzo del Bene

Immagine decorativa

Palazzo Del Bene, il salotto buono di Piazza Rosmini, oggi è la sede di Fondazione Caritro

Aiutaci a migliorare il sito web