Viabilità: presentati i dati Caire sulla sperimentazione

Aggiornato a Sabato, 10 Febbraio 2018
Comunicato stampa di Giovedì, 08 Febbraio 2018

Immagine decorativa

Come ripetutamente e pubblicamente affermato dall’Amministrazione Comunale la sperimentazione anteriore e successiva alla riapertura della via Dante era funzionale ad una raccolta dati utili a una possibile ridefinizione dell’assetto circolatorio lungo via Dante e nei comparti limitrofi di accesso al centro, alla luce dei rilievi e delle elaborazioni eseguite durante il cantiere e successivamente all’ultimazione del medesimo. Tale sperimentazione – come più volte dichiarato – avrebbe permesso di individuare (e mantenere) ciò che si fosse rilevato di beneficio alla mobilità cittadina, ripristinando invece “quo ante” ciò che avesse rivelato problematicità.

Sono stati condotti rilievi, analisi e valutazioni prima dell’inizio del cantiere, durante la fase di realizzazione e a conclusione del medesimo in collaborazione con Consorzio Caire. Forte dei dati raccolti oltre e tenendo in debita considerazione il dato del "percepito" ovvero il vissuto urbano espresso dalla Cittadinanza in questi mesi, l’Amministrazione va ora a rimuovere, con nuova ordinanza (in fase di emissione), parte delle obbligazioni impartite nel corso del 2017 e a riconfermare /istituire quanto rivelatosi efficace e benefico per lo snellimento del traffico e l’abolizione del transito parassitario.

Oggi sono stati presentati  i dati raccolti ed elaborati dal Consorzio Caire di Reggio Emilia. L'ing. Francesco Avesani (Consorzio Caire) intervenuto in una conferenza stampa indetta dall'Amministrazione Comunale per presentare i dati a monte delle modifiche e dei rispristini alla viabilità (che scatteranno da lunedì 12 febbraio), ha sottolineato che la grande opportunità di sperimentare - grazie al Cantiere di Via Dante -  ha dato concreti risultati  in termini di fluidificare e ridurre il traffico.

Se l'obiettivo era verificare gli effetti di una via Dante chiusa ed eliminare il traffico parassitario, l'obiettivo è stato raggiunto: con via Dante riaperta si è ottenuto un calo del traffico di mero attraversamento da via Fontana di un - 50/-60% al mattino e -20/-40% al pomeriggio. Il valore assoluto è di circa 250/350 veicoli/ora.

Anche il dato sulla uscita dei veicoli da Via Dante su via Cavour conferma un - 40/-50% al mattino e -30/-40% al pomeriggio. Se ne deduce quindi che la “fetta” residua sia la percentuale di ingressi fisiologici su Via Tartarotti data da residenti, commercianti, utenti.

Inoltre uno degli obiettivi era favorire e incentivare l'utilizzo dei pacheggi. Anche questo un obiettivo raggiunto: durante la chiusura di Via Dante il parcheggio “Rovereto centro” di via Manzoni,  storicamente sottoutilizzato, è stato usato da circa 100 veicoli in più al giorno durante la sperimentazione delle prime due ore gratuite. Nel raffronto 2016/2017 è stato registrato a Giugno + 62%, Luglio + 92%, Agosto +113%

Durante la chiusura di Via Dante il parcheggio Follone ha incrementato l’utilizzo con una occupazione media dell’85% (maggio 2017) e 71% (maggio 2015) Se ne deduce che l’uso sui due poli del parcheggio è stato omogeneamente distribuito perché a monte l’automobilista ha seguito un proprio criterio-obiettivo di scekta sui percorsi. Il dato è quindi interessante sulle modifiche all’uso della città e alle abitudini della mobilità urbana.

Ha dato effetti positivi anche la fluidificazione del traffico sul nodo Via I Armata, Via Cavour (ovvero lo snellimento flusso semaforico su via Cavour). L’istituzione del doppio senso su Via Lungo Leno sinistro e il divieto di transito in Via Prima Armata alle auto è stato positivo per la riduzione dei flussi all’intersezione con via Cavour. Inoltre l’istituzione del doppio senso su Via Negrelli ha consentito di agevolare il flusso di traffico verso Est (Noriglio), consentendo di fatto uno sbocco costante e continuo in direzione Via Cavour-Via Craffonara durante la chiusura di Via Dante. Con la riapertura di Via Dante il beneficio positivo si è mantenuto anche per la riduzione contestuale del traffico sulla stessa via Dante. Gli altri dati:

- GLI EFFETTI SU CORSO ROSMINI

I dati fanno emergere quanto segue:

Corso Rosmini > direzione Piazzale ORSI (con Via Dante chiusa): - 8% al mattino, +2% al pomeriggio

Corso Rosmini > direzione Piazzale ORSI (con Via Dante aperta):  + 0% al mattino,  + 36% al pomeriggio

- GLI EFFETTI SU PIAZZALE ORSI

I dati fanno emergere quanto segue:

SS12 nord in direzione Piazzale Orsi (con Via Dante chiusa): +10% mattino

SS12 nord in direzione Piazzale Orsi (con Via Dante aperta) : + 0% mattino

- GLI EFFETTI SU ROTATORIA E SEMAFORO VIA CAVOUR

I dati fanno emergere quanto segue:

Via Craffonara con direzione Via Cavour (con Via Dante chiusa) +16% mattino;

Via Craffonara con direzione Via Cavour (con Via Dante aperta) + 41% mattino ma in condizioni di fluidità del traffico.

La rotatoria all’intersezione tra via Cavour e via Craffonara smaltisce un flusso ben superiore rispetto alla situazione pre-cantiere: + 28% mattina e + 24% pomeriggio

Il semaforo all’intersezione tra via Cavour e via Halbherr analogamente fa segnare +30% mattina e +7% pomeriggio.

Il tutto però con condizioni di maggiore fluidità.

In via Saibanti i flussi veicolari sono calati: -22% mattina e  -40% pomeriggio.

E' in fase di emissione quindi l'ordinanza che alla luce di questi dati modifica e in parte ripristina la viabilità cittadina a seguito delle sperimentazioni seguite alla riapertura di Via Dante.

Le modifiche si erano rese necessarie dopo che la Giunta comunale, con deliberazioni di data 14 aprile 2017 n. 58 e di data 22 agosto 2017 n. 147, aveva approvato i progetti esecutivi dei lavori di riqualificazione di via Dante rispettivamente del tratto da via Cavour a via Canestrini (primo stralcio) e da via Canestrini a via Tartarotti (secondo stralcio). I progetti hanno mirato ad un ripensamento globale degli assetti funzionali e compositivi nella logica di rispondere al meglio alle esigenze e richieste riqualificatorie. Il cantiere ha trovato esecuzione e compimento durante la stagione estiva-autunnale del 2017. Il cantiere ha trovato esecuzione e compimento durante la stagione estiva-autunnale del 2017. Grazie ad una forte sinergia tra Amministrazione comunale, ditta esecutrice ed ufficio di direzione dei lavori, è stato possibile riaprire via Dante al traffico veicolare a metà del mese di novembre 2017, disciplinando il transito con provvedimento temporaneo ai fini anche di avviare sperimentazione e raccolta dati.

Al fine di gestire il cantiere, alleviare le ripercussioni che il cantiere di via Dante apportava nonchè avviare una contestuale sperimentazione su possibili scenari viabilistici, sono stati adottati i seguenti provvedimenti temporanei:

  • ordinanza del 19.5.2017 n. 58
  • deliberazione GC 23.5.2017 n. 91
  • deliberazione GC 6.6.2017 n. 99
  • ordinanza del 8.6.2017 n. 74
  • ordinanza del 30.6.2017 n. 82
  • ordinanza del 6.7.2017 n. 89
  • determinazione Servizio Tecnico e Territorio 5.9.2017 n. 1435
  • ordinanza del 11.10.2017 n. 135
  • ordinanza del 16.11.2017 n. 158 “modifiche viabilistiche su alcune strade del centro cittadino per un periodo sperimentale dal 16 novembre 2017 al 16 gennaio 2018”. Tale ordinanza ha prorogato, per una fase sperimentale, le modifiche viabilistiche istituite con precedenti provvedimenti amministrativi, nonché ha istituito la regolamentazione viaria lungo l’asse di via Dante. In tal modo è stato possibile analizzare la distribuzione dei flussi veicolari con via Dante aperta ed effettuare rilevazioni sistemiche.

Ecco cosa cambia da lunedì 12 febbraio e cosa si ripristina:

Comparto via DANTE

  • nel tratto di Via Dante compreso tra Via Tartarotti e via Setaioli, viene ripristina la viabilità precedente e attualmente praticata ossia: in direzione sud è consentito il transito dei veicoli incluse le biciclette, mentre nella direzione da sud a nord è consentito il transito alle sole biciclette; per quanto attiene al transito sul marciapiede lato est - in direzione di marcia da Sud verso Nord – è consentito anche alle biciclette oltre che ai pedoni;
  • l’istituzione del limite di velocità di 30 Km/h e del limite di massa di 35 q.li esclusi autobus, mezzi raccolta RSU e per attività di carico/scarico, nel tratto di cui al punto 1;
  • istituzione del divieto di sosta permanente su entrambi i lati della strada, ad esclusione dello stallo di fermata autobus, di stallo disabili e della fermata per carico e scarico per un tempo massimo di 20 min, regolarmente segnalati;

Comparto  Via Paoli – Corso Rosmini – Via Tommaseo (ex anello)

  • il ripristino del traffico con l’istituzione di obbligo di dare la precedenza e svolta a destra per i tutti veicoli che provengono da via Paoli, giunti all’intersezione semaforica di corso Rosmini al quale viene riconfermato il ruolo di asse prioritario;
  • in corrispondenza dell'incrocio Via Paoli- Corso Rosmini -Via Fontana viene ripristinata la svolta a sinistra su via Fontana per i veicoli che provengono da Piazza Rosmini;
  • viene ristabilita la possibilità di transito alle biciclette su via Paoli con traffico regolato da semaforo a chiamata pedonale, per l’attraversamento di Corso Rosmini;
  • viene confermata l’istituzione del senso unico di marcia con direzione da nord verso sud in via Tommaseo con divieto di sosta permanente e rimozione forzata sul lato est della medesima via (in prossimità del marciapiede antistante la Comunità di Valle) con obbligo di dare la precedenza all’intersezione con corso Rosmini; resta confermata anche la possibilità di svolta a sinistra;
  • lo sbocco di via Savioli su Corso Rosmini ritorna ad essere regolamentato come prima dei lavori di riqualificazione di via Dante
  • viene confermata e formalmente istituita la possibilità di svolta a sinistra a tutti i veicoli in corrispondenza dell’intersezione tra Corso Rosmini e Via Vannetti; per i veicoli provenienti da Corso Rosmini est è consentito continuare a girare verso sud in direzione di Via Vannetti;

Comparto su Via Lungo Leno – via I Armata

  • viene confermata a seguito di positiva sperimentazione l’istituzione del divieto di transito in direzione da sud a nord sul ponte degli Alpini , ad esclusione dei mezzi pubblici di trasporto, delle biciclette e dei residenti e frontisti del tratto di via Lungo Leno Destro compreso tra via Dante ed il civico n 21 di Lungo Leno;
  • viene confermata a seguito di positiva sperimentazione l’istituzione dell’obbligo di svolta a sinistra per tutti i veicoli provenienti da Lungo Leno Destro, giunti all’intersezione con via Dante;
  • viene confermata a seguito di positiva sperimentazione l’istituzione dell’obbligo di svolta a destra per tutti i veicoli provenienti da via Fogolari, giunti all’intersezione con via Dante;
  • viene confermata a seguito di positiva sperimentazione l’ istituzione del doppio senso di marcia nel tratto di Lungo Leno sinistro compreso tra via Prima Armata e via Circonvallazione, con obbligo di dare la precedenza per i veicoli provenienti da Lungo Leno Sinistro, giunti all’intersezione con via Circonvallazione;

Comparto Rotatoria Craffonata -Semaforo - Via Cavour – Via Halbherr – via Saibanti

  • viene confermata a seguito di positiva sperimentazione l’obbligo di svolta a destra per tutti i veicoli provenienti da Via Saibanti, ad esclusione dei mezzi pubblici e di trasporto (taxi) e delle biciclette, giunti all’intersezione semaforica con Via Cavour-Halbherr.

Ufficio Stampa
8.2.2018

Aiutaci a migliorare il sito web