Tavolo Permanente sul Lavoro: incontro con le forze economiche

Aggiornato a Giovedì, 06 Luglio 2017
Comunicato stampa di Giovedì, 06 Luglio 2017

Dopo la prima riunione con le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative, è tornato a riunirsi in Municipio il Tavolo permanente sulle tematiche del lavoro al quale questa volta hanno preso parte con un dialogo propositivo e costruttivo, durato circa 3 ore, le forze economiche.

Con il Sindaco di Rovereto Francesco Valduga erano presenti il Direttore Generale Mauro Amadori, la Dirigente Responsabile del Servizio Sviluppo Economico e Statistica Marisa Prezzi e l'assessore competente Ivo Chiesa.

Erano presenti le seguenti sigle: Associazione Industriali, Unione Commercio e Turismo, Confesercenti del Trentino, Associazione Artigiani e Piccole Imprese, Confederazione Nazionale Artigianato, Asat Associazione Albergatori.

Il Tavolo osserverà una periodicità programmata per consultazioni e aggiornamenti costanti sull'andamento delle problematiche occupazionali del bacino di Rovereto fa riferimento. Come ricordato nei giorni scorsi l'obiettivo è favorire il dialogo sociale per una crescita e sviluppo del territorio condiviso e partecipato come peraltro previsto dallo stesso Documento Unico di programmazione del Comune.

Come ribadito dal Sindaco il ruolo dell’Amministrazione è quello, non solo di mettere in campo tutti gli interventi possibili per tamponare le situazioni di crisi, quali quelli di nuove opere pubbliche o di politiche di sostegno all’occupazione, ma soprattutto quello di costituirsi come fattore facilitatore di uno sviluppo integrato e duraturo del proprio territorio che porti ad un miglior benessere collettivo generato da una nuova vivacità economico- culturale. Gli spunti che possono giungere dagli operatori economici possono aiutare ad orientare o ri-orientare l’azione comunale verso percorsi che non possono prescindere dalle esigenze di chi sul territorio opera.

Tutti le categorie hanno focalizzato l’attenzione su tematiche condivise quali quelle della necessità di fare sistema sul territorio parlando un unico linguaggio, della necessità per le categorie economiche di sentire le istituzioni vicine nei cambiamenti richiesti, della necessità di una formazione adeguata e rispondente alle nuove figure professionali che le imprese cercano per stare nel cambiamento.

Le parti hanno sottolineato il valore del confronto periodico affinché il tavolo possa affrontare e condividere le tematiche nuove e le sfide che il cambiamento impone.

Ufficio Stampa & Comunicazione
6.7.2017

Aiutaci a migliorare il sito web