Calcolo Imis: "Il Comune applica criteri di equità"

Aggiornato a Mercoledì, 06 Settembre 2017
Comunicato stampa di Mercoledì, 06 Settembre 2017

Sulla questione della tassazione delle aree edificabili ai fini IMIS, il Comune di Rovereto ha sempre dimostrato una grande sensibilità nel far prevalere sia l’equità di trattamento tra i cittadini con situazioni di fatto analoghe, sia la volontà di ridurre l’entità del prelievo.

Prova ne sia l’abbattimento dei valori delle aree edificabili di un 10-20% fin dall’anno 2016.

Questo atteggiamento di particolare sensibilità verso l’aspetto delle aree edificabili ha portato anche ad affrontare consapevolmente una riduzione delle entrate, inferiori rispetto a quelle stimate dalla Provincia in base al misuratore provinciale.

L’attuale comportamento del Comune di Rovereto persegue però principi di equità non ritenendo giusto che la tassazione delle aree - a fini IMIS - dipenda esclusivamente dalla conformazione catastale delle stesse, perchè ciò ingenera una disparità di trattamento.

Quindi non ha mai considerato come base di calcolo dell’imposta IMIS la “volumetria residua”, come affermato erroneamente nella risposta fornita dalla PAT all'interrogazione del consigliere Degasperi M5S, ma sempre e solo il terreno edificabile, su cui la volumetria insiste.

Le norme del P.R.G. del Comune e lo stesso Regolamento in materia di IMIS precisano che la base imponibile (cioè la superficie tassata), viene sempre desunta dalle rilevanze catastali, cioè dai metri quadrati di terreno indicati in catasto. Il punto realmente in discussione attiene la corretta individuazione dell’area di pertinenza di un edificio.

Il Comune auspica che la PAT attivi un tavolo di confronto con i comuni, in cui non solo le posizioni tecniche e formali ma anche i principi civilistici sulle pertinenze possano essere considerati per condurre verso prassi uniformi di maggiore di equità verso i cittadini.

Quanto alla interrogazione apparsa sulla stampa nei giorni scorsi, spiace al Comune di Rovereto di non stato preventivamente coinvolto, perchè ciò avrebbe giovato a fugare e chiarire la prassi adottata.

Ufficio Stampa

6.9.2017

Aiutaci a migliorare il sito web