Approvata la "Bretella della Mira"

Aggiornato a Venerdì, 02 Febbraio 2018
Comunicato stampa di Venerdì, 02 Febbraio 2018

Immagine decorativa

La Giunta Comunale nella sua ultima seduta ha approvato il progetto esecutivo della “Bretella della Mira” elaborato dall'ing. Luca Bareggia dello studio STA Engineering che prevede l'esecuzione dell'intervento per un importo complessivo di euro 4.670.000,00.- di cui euro 3.024.854,35.- per lavori ed euro 1.645.145,65- per somme a disposizione dell'amministrazione (vedi il prospetto allegato).

La relativa delibera prende anche atto degli esiti della procedura di pre-informazione al cittadino (con osservazioni, valutazioni e controdeduzioni) che costituiscono i contenuti del procedimento deliberativo. Pertanto i lavori di realizzazione della nuova strada di collegamento tra via Caproni e la S.S. 12 in località Mira, sono ora equipaggiati di tutti i pareri, di tutte le autorizzazioni e di tutte le valutazioni che il caso richiede.

Da tempo opera un gruppo misto di tecnici, che in collaborazione dei funzionari degli uffici tecnici del Comune di Rovereto, attraverso anche l'organizzazione di Conferenze di servizi interne, ha affrontato l'intero iter progettuale delineando soluzioni tecniche che sono state valutate attentamente sotto i molteplici profili.

Per l'Amministrazione comunale di Rovereto “la Mira” non è certo solo un modo per collegare la rotatoria di Lizzana con la Favorita, ma rappresenta come più volte affermato  anche in sede pubblica, commissione urbanistica e nei vari incontri circoscrizionali nonchè anche in consiglio comunale (durante l'ultima discussione dcel Bilancio), il primo tassello per una possibile circonvallazione intorno alla città, fornendo quindi un collegamento alternativo alla Ss 12  - della quale come noto -  si discute da tempo nel gruppo misto attivato con la Pat.

Inoltre - visti anche i recenti finanziamenti sull'area dei Lavini - rappresenta  la possibilità di delimitare questa area di pregio sulla quale si lavora ad un progetto di valorizzazione. I Lavini dalla Bretella riceverebbero una migliore accessibilità oltre che una delimitazione dalla zona industriale.

La stessa relazione previsionale programmatica 2016-2018 (allegata alla delibera del Consiglio comunale in sede di approvazione del bilancio di previsione 2016), definiva puntualmente la forte correlazione tra l’opera e la necessità della realizzazione di una “tangenziale” all’abitato di Rovereto. A tali osservazioni vanno anche aggiunte le considerazioni espresse dal Protocollo d’intesa con la Provincia Autonoma di Trento e quindi quanto di recente figura nel Documento Unico di Programmazione 2017-2019, approvato con deliberazione n.7 del Consiglio comunale il 27 gennaio 2017, laddove si configurano gli scenari utili a rilanciare Rovereto e la Vallagarina, sotto il profilo infrastrutturale. E la Bretella rientra pienamente tra questi diventando un segmento di un disegno più ampio.

Ufficio Stampa
2.2.2018

Aiutaci a migliorare il sito web