Anche la Biblioteca Civica per Educa

Aggiornato a Mercoledì, 10 Aprile 2019
Comunicato stampa di Mercoledì, 10 Aprile 2019

Immagine decorativa

In occasione della decima edizione di “Educa-Scuola Famiglia” alla Biblioteca civica “G.Tartarotti” di Rovereto, alcune iniziative riguardano i piccoli lettori con le famiglie, le scuole e il Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive.
Due laboratori per i bambini delle scuole primarie in programma venerdì 12 aprile 2019 - dalle 9 alle 12 alla Biblioteca civica “G. Tartarotti” di Rovereto.
Con la guida di due tirocinanti del Dip. di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università di Trento (Sofia Rocchigiani e Chiara Sberna) una trentina di bambini giocheranno con i propri difetti grazie al bestseller di Beatrice Alemagna I cinque malfatti .
I laboratori per le scuole denominati "I Malfatti di Educa" sono a conclusione del progetto Libri in viaggio: verso il diverso realizzato da Sofia Rocchigiani e Chiara Sberna (in collaborazione Lucia Rodler che insegna “Letteratura, pregiudizi e stereotipi” all’Università di Trento e Nicoletta Silvestri che è responsabile della sezione ragazzi della Biblioteca civica).

Lo scorso autunno Chiara e Sofia si sono chieste: leggere è necessario , sufficiente o inutile per conoscere le situazioni di emarginazione?
Cariche di due valigie con un centinaio di libri per l’infanzia e l’adolescenza che raccontano forme di diversità (disabilità, migrazione e altro), Chiara e Sofia sono andate in due scuole primarie e in una scuola secondaria di primo grado e hanno lasciato i libri, insieme ad alcune domande, rivolte a studenti, insegnanti e genitori disponibili.
Sempre venerdì 12 aprile – ore 12.30 (alla conclusione dei laboratori di Educa), Chiara e Sofia racconteranno gli esiti della loro indagine: è sufficiente leggere un libro per comprendere chi è diverso da sé o ci vuole qualcosa di più, come l’ incontro con una persona che soffre? E quale ruolo hanno la scuola, la famiglia, la biblioteca nella formazione dei giovanissimi? Forse quello di trasformare la lettura stessa in un incontro?
Per i partecipanti al progetto sarà l’occasione per ricevere l’attestato di lettore o lettrice senza pregiudizi .
Per tutti, dal 12 al 14 aprile in biblioteca saranno in esposizione 9 pannelli e una selezione di libri del progetto di Chiara e Sofia dal titolo
“Libri in viaggio: verso il diverso” , con le riflessioni di studenti, genitori e insegnanti che – libri in mano – hanno viaggiato verso il diverso.

Ufficio Stampa
10.4.2019

Aiutaci a migliorare il sito web