Agorà dei Mestieri: firmato l'accordo che lo attiva

Aggiornato a Mercoledì, 13 Giugno 2018
Comunicato stampa di Mercoledì, 13 Giugno 2018

Immagine decorativa

Un accordo a tre che istituisce un Gruppo di lavoro incaricato di attivare l'AGORÀ DEI MESTIERI è stato firmato stamane dagli enti promotori, Comune di Rovereto, Provincia Autonoma di Trento e Università degli studi di Trento. Il Gruppo di lavoro dovrà disegnare la forma giuridica del nuovo soggetto che ha valenza provinciale e successivamente dare avvio alla sua attività (incontrare e orientare offerta e domanda di lavoro).

La sede è stata individuata all’Urban Center di Rovereto, proprio dove l’intesa è stata sottoscritta stamane tra il Sindaco di Rovereto Francesco Valduga, il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi ed il rettore dell’Università Paolo Collini.

“E’ un progetto strategico, che Rovereto coltiva da tempo - ha detto il sindaco Francesco Valduga - e che concentra l’attenzione sul lavoro, sulle professioni, quelle già esistenti e quelle future. C’è la necessità di fare incontrare ancora più strettamente il mondo della formazione e quello dell’impresa, per profilare sempre meglio i saperi e le competenze. L’incontro deve essere fisico e non solo virtuale, anche se ovviamente l'Agorà sarà sempre 'in rete' attraverso sportelli e corner a disposizione dei cittadini: perciò abbiamo bisogno di uno spazio come questo, nel cuore di Rovereto, città vocata all’innovazione, all’impresa, al lavoro. Uno spazio a disposizione di tutto il Trentino”.

«L'università partecipa in questo progetto in vari modi - ha sottolineato a sua volta il rettore Paolo Collini - Innanzitutto come attore che conosce il contesto, i contenuti e i ruoli professionali. Ma anche come istituzione portatrice di interesse: quello dei circa 15 mila studenti che cercano dopo la laurea il proprio sviluppo professionale. L'agorà sarà un luogo fisico, capace di attrarre talenti e favorire l'interazione personale, in cui chi guarda al proprio futuro avrà occasione di incontrarsi, capirsi e confrontarsi con persone competenti. Sarà un nuovo tassello per rispondere alla grande richiesta da parte dei giovani di "capire cosa succede" per superare le incertezze che bloccano lo sviluppo di visioni e la capacità di operare scelte consapevoli e produttive".

Per il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi "Abbiamo una città che si è mossa e non poteva essere altrimenti, considerato che Rovereto è una città molto vocata all’innovazione. Partiamo da qui, da questa sorta di 'cabina di regia', un luogo di sperimentazione che coinvolge più soggetti e più interlocutori. Nel frattempo la disoccupazione si riduce, la crescita in Trentino si consolida. Creare un luogo dove tutti i soggetti coinvolti, compresa l'Agenzia del lavoro, possano rapportarsi alla filiera della formazione, e orientare giovani e meno giovani verso la realtà di un mercato del lavoro in rapida trasformazione, è dunque strategico”.

L’AGORÀ DEI MESTIERI è inserita nelle linee di azione del Comune (Documento Unico di Programmazione) che lo individua come "strumento di promozione dello sviluppo del territorio ed in particolare del lavoro e dei giovani" attraverso la progettazione e la realizzazione di un luogo che promuova e faciliti l'interscambio di conoscenze tra gli attori dello sviluppo economico quali i lavoratori, gli imprenditori, le categorie economiche, le organizzazioni sindacali e le istituzioni.

In allegato una scheda di approfondimento sulla sua funzione.

Aiutaci a migliorare il sito web