Sicurezza in Città: presentato il Progetto S.o.p.a.a.

Aggiornato a Sabato, 02 Febbraio 2019
Comunicato stampa di Venerdì, 01 Febbraio 2019

Immagine decorativa

Il Sindaco Francesco Valduga ha accolto a Palazzo Pretorio i 12 nuovi agenti che hanno vinto il recente concorso (si tratta di 7 donne e 5 maschi), che sono stati assunti ed hanno preso servizio in data odierna. Sei di loro sono assunti a tempo indeterminato, altri 6 a tempo determinato. Dando loro il benvenuto e augurando a ciascuno buon lavoro, il Sindaco ha ricordato che la città necessita di una Polizia Locale presente e attenta alla necessità di una maggiore sicurezza. Successivamente - alla presenza del Comandante Emanuele Ruaro e del Direttore Generale Mauro Amadori, ha illustrato alla stampa il progetto che va a potenziare le azioni sul territorio da parte del Corpo della Polizia Locale.

Ricordando che trovano riferimento nel bilancio 2019 e nel Peg (Piano esecutivo di gestione approvato a inizio anno), tali linee declinano il concetto di “città amichevole” obiettivo 2019 che la Giunta Valduga intende raggiungere agendo su tre direttrici: una migliore mobilità con un potenziamento del trasporto pubblico, maggiori manutenzioni e appunto mettendo in campo azioni specifiche sul piano della sicurezza urbana.

Rientra in quest’ultimo ambito il progetto SOPAA (acronimo di Sicurezza Ordine Pulizia Armonia Ambiente) che mira ad una migliore convivenza civile, in coerenza con i due regolamenti su Beni Comuni e Convivenza Civile, attualmente ancora all’esame della Commissione Statuto (e attesi al dibattito consiliare).

“Il luogo ideale in cui si può costruire questa attenzione ai beni comuni è rappresentato dalle Circoscrizioni” ha ricordato il Sindaco ed il progetto messo a punto dal nuovo comandante Emanuele Ruarova esattamente in questo senso. Si rende praticabile grazie al fatto che il Corpo ha finalmente potuto ricevere con un’importante iniezione di nuove risorse scaturite dal concorso e raggiungere dunque l’atteso potenziamento che con altro concorso ha portato anche all’individuazione di un nuovo Comandante. Martedì 5 febbraio parte quindi un nuovo servizio che prevede l’impiego di un ufficio mobile.

“Si tratta di un progetto di prossimità, di ascolto e monitoraggio che va oltre la figura del Vigile di Quartiere” è stato detto, che prevede la presenza dell’unità mobile tutti i martedì, giorno di mercato. Inizialmente sarà a rotazione su tre postazioni (Largo Nazario Sauro, piazzetta Canestrini, via Tartarotti) poi da marzo il furgone sarà a disposizione anche delle circoscrizioni.

Il comandante Emanuele Ruaro, che aveva incontrato lo scorso 14 gennaio 2019 i presidenti delle Circoscrizioni, ha presentato il servizio che verrà erogato nei quartieri ed è finalizzato a creare un rapporto diretto tra utenza della Polizia Locale. Partirà come detto a marzo 2019. Ogni Circoscrizione proporrà al Comando di Polizia Locale giornate, orari e luogo in cui gli operatori formati e qualificati del Corpo di Polizia Locale, stazioneranno a bordo dell’Ufficio Mobile e saranno a disposizione del cittadino per raccogliere segnalazioni, informazioni, suggerimenti o anche solo per un momento di dialogo e scambio di idee. Sono state previste 14 uscite al mese, 2 per ognuna delle 7 Circoscrizioni.

“Formeremo allo scopo un gruppo motivato, ristretto e predisposto ai contatti diretti – ha evidenziato il Comandante Ruaro - l’obiettivo che si vuole raggiungere è rendere sempre più attiva e proficua la collaborazione tra cittadini e Polizia Locale, finalizzata sia a risolvere i problemi del singolo abitante sia a raggiungere un risultato che vada a vantaggio di tutta la comunità”.

Sarà dunque possibile, per chiunque, trovare un luogo riservato, ma anche avere un feed-back certo e rapido: il furgone è infatti attrezzato come un vero e proprio ufficio mobile connesso con il Comando con un operatore pronto ad ascoltare e farsi carico di svariati tipi di segnalazione quali, ad esempio, problemi di viabilità, di manutenzione stradale, di situazioni particolari che possono destare preoccupazione o allarme. Saranno raccolte segnalazioni, suggerimenti, lamentele ed apprezzamenti che costituiranno anche una banca dati e potranno in seguito a tracciare il percorso di ogni singola segnalazione, dal momento in cui viene formulata, alla presa in carico e all’esito finale, andando a costituire anche un dato statistico.

“Ovviamente quanto di competenza della Polizia Locale verrà inviato in tempo reale al Comando, quanto di competenza di altri uffici verrà con altrettanta immediatezza inoltrato agli uffici competenti della struttura comunale” ha precisato Ruaro.
La prima a beneficiarne è dunque la Circoscrizione Rovereto Centro perché il Furgone mobile sarà presente ogni martedì in occasione del mercato a partire dal 5 febbraio tra Largo N. Sauro, piazzetta Canestrini, e via Tartarotti a rotazione in questa prima fase sperimentale.

Il direttore generale Mauro Amadori ha sottolineato l’importanza dei dati che si andranno a raccogliere sul territorio perchè concorreranno a costituire una banca dati. Ha quindi evidenziato che questo progetto è frutto dell’esperienza del neo-insediato Comandante Corpo Intercomunale di Polizia Locale "Rovereto e Valli del Leno" che ha avviato con successo analogo servizio quando si trovava al Comando della Polizia di Bassano del Grappa. Ed infine che il potenziamento del Corpo di Polizia Locale vede anche l’aumento degli ispettori che da 5 passano a 9 in un Corpo che ora supera le 50 unità. Il Sindaco Francesco Valduga ha infine ricordato che l’istituzione di tale modalità operativa è coerente anche con quanto a suo tempo concordato con le organizzazioni sindacali, le quali d’intesa con il Comune, avevano individuato tra le priorità l’individuazione di un nuovo vertice, il potenziamento del capitale umano con l’arrivo auspicato di nuove risorse e di più ispettori affinchè si potesse avere garanzia che ce ne fosse sempre uno in servizio, per ogni turno.

Ufficio Stampa
1.2.2019

Aiutaci a migliorare il sito web